Immigrazione. Papi (Legautonomie): “grave Governo non abbia concertato con enti locali misure smistamento profughi”

31 marzo 2011 | Pubblicato in: News

“E’ molto grave quello che sta accadendo in queste ore. La questione di questa emergenza umanitaria poteva e doveva essere affrontata con maggior decoro e umanità garantendo la sicurezza dei nostri concittadini e l’assistenza dei profughi invece, mentre viene convocata la Conferenza Unificata stato-regioni-autonomie, il Governo in realtà sembra aver già predisposto le misure concrete per lo smistamento dei profughi sul territorio, senza concertarle con gli enti locali”.

 E’ quanto dichiara Roberta Papi, responsabile dell’Area Politiche sociali di Legautonomie e assessore alle Politiche Socio Sanitarie, Servizi Sociali e Politiche dell’Immigrazione e Cooperazione Internazionale del Comune di Genova.
“Tra l’altro – continua Papi – non è chiaro se si tratta di rispondere a un’emergenza umanitaria o di costruire nuovi CIE da destinare ai clandestini. Secondo le leggi varate da questa maggioranza infatti, non è possibile oggi fare distinzione tra profughi e clandestini, e questo complica di molto le cose.

Quello dei profughi – conclude Roberta Papi – è un problema dell’Europa, non solo dell’Italia, per questo il Governo deve chiedere sostegno all’Unione Europea, che non può limitarsi a guardare, ma deve intervenire per risolvere una situazione che riguarda tutti ”.