Carta delle Autonomie, Legautonomie audita in Commissione parlamentare per le questioni regionali

7 aprile 2011 | Pubblicato in: News

Nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulla Carta delle autonomie (ddl 2259 e connessi) la Commissione parlamentare per le questioni regionali ha ascoltato, mercoledì 6 aprile, Legautonomie.

 Per l’associazione, rappresentata in audizione dal direttore generale Loreto Del Cimmuto, il provvedimento in esame riveste un ruolo centrale ed essenziale per dare attuazione alla riforma del Titolo V della Costituzione ed è complementare all’attuazione del federalismo fiscale nel nostro Paese. La definizione delle funzioni fondamentali degli enti locali e le basi fiscali per il loro finanziamento devono quindi procedere parallelamente. Al contrario, oggi si procede in maniera disorganica e frammentaria, con ‘pezzi’ di riforma sparsi in più provvedimenti e dettati più da una logica emergenziale – debito pubblico,costi della politica – piuttosto che da una coerente visione di riforma.
Ci si è mossi, infatti, in un quadro sovrastante di controllo della spesa e di riduzione dei costi della pubblica amministrazione di dubbia e ridotta efficacia e comunque con scelte fortemente lesive di precipue competenze regionali e locali, non da ultimo contenute anche nella recente manovra economico-finanziaria. Si tratta di un modo di procedere che considera le autonomie locali una variabile dipendente delle scelte del Governo e non un interlocutore paritario ed affidabile con cui pattuire misure e scelte di finanza pubblica che devono essere adottate con spirito di responsabilità e nell’interesse della Repubblica nel suo insieme.
Secondo Legautonomie, il riconoscimento del ruolo delle Regioni nella costruzione dei sistemi regionali delle autonomie, e quello degli enti locali nella titolarità delle funzioni amministrative, come anche il riconoscimento della specificità delle città metropolitane sono elementi qualificanti per realizzare un sistema autonomistico efficiente.
Durante l’audizione si è parlato anche delle funzioni delle Province e la relativa razionalizzazione delle circoscrizioni delle Province, come anche della riorganizzazione dell’amministrazione periferica dello Stato, altro elemento critico del disegno di legge.

In allegato pubblichiamo il testo integrale illustrato in audizione.

Elenco Allegati