Potenziata la rete degli asili nido,allenza Regione e compagnia San Paolo

17 marzo 2009 | Pubblicato in: Welfare

Regione Piemonte e Compagnia di San Paolo si alleano per potenziare e riqualificare la rete degli asili nido piemontesi: alle risorse messe a disposizione dall’assessorato al Welfare nell’ambito del programma pluriennale di potenziamento dei servizi per la prima infanzia, si aggiungono ora quelle della fondazione bancaria per la ristrutturazione e la messa in sicurezza delle strutture comunali già esistenti.

“Questa azione sinergica tra istituzioni e fondazioni bancarie – afferma l’assessore regionale al Welfare, Teresa Angela Migliasso – permette di raggiungere obiettivi più ampi e fornire risposte più idonee a soddisfare le esigenze delle bambine e dei bambini piemontesi. I servizi per l’infanzia sono indispensabili per le famiglie e in particolare per le donne, se davvero si vuole concretizzare una politica di conciliazione delle responsabilità familiari e della vita lavorativa. In un momento di difficoltà economica come quello che stiamo attraversando, fare ‘squadra’ nella logica della sussidiarietà è una scelta vincente, sapendo che la spesa in servizi alla persona crea nuove opportunità, occupazionali e di servizio, migliorando la qualità della vita di tutti noi”. “Con questa iniziativa la Compagnia di San Paolo – dichiara il segretario generale Piero Gastaldo – prosegue l’impegno nel campo dei servizi per la prima infanzia, nella consapevolezza dell’importanza che essi hanno per le famiglie, tanto più in una situazione difficile come quella che stiamo vivendo”.

I contributi erogati dall’assessorato al Welfare hanno ottenuto in questi mesi diversi risultati: nel 2009 sarà completata l’assegnazione dei fondi per la costruzione, l’ampliamento e la ristrutturazione di nidi e micro-nidi, finanziando tutti i 76 progetti in graduatoria con 21.800.000 euro e creando 1.900 nuovi posti. Inoltre, per abbattere le liste di attesa sono stati ripartiti 3.100.000 euro a 57 Comuni, che hanno creato 421 nuovi posti nei nidi e micro-nidi municipali e 527 posti convenzionati in nidi e micro-nidi non comunali, fornendo una risposta positiva ad oltre il 18% dei bambini in lista d’attesa. Altri 5 milioni saranno ripartiti in primavera. Infine, è stato pubblicato un nuovo bando, in scadenza il 31 marzo, per finanziare nuovi progetti.

Sul fronte del miglioramento di questi servizi, alla Regione si affianca la Compagnia di San Paolo con un bando – rivolto a Comuni, consorzi di Comuni, Comunità montane e collinari – che destina 2,5 milioni per la riqualificazione e l’adeguamento alle norme di sicurezza dei nidi o micronidi comunali. In questo modo l’ente, dopo aver promosso la realizzazione di nuove strutture in Piemonte, intende ora incentivare la riqualificazione dei servizi esistenti.

bando_spaoloRegione Piemonte e Compagnia di San Paolo si alleano per potenziare e riqualificare la rete degli asili nido piemontesi: alle risorse messe a disposizione dall’assessorato al Welfare nell’ambito del programma pluriennale di potenziamento dei servizi per la prima infanzia, si aggiungono ora quelle della fondazione bancaria per la ristrutturazione e la messa in sicurezza delle strutture comunali già esistenti.

“Questa azione sinergica tra istituzioni e fondazioni bancarie – afferma l’assessore regionale al Welfare, Teresa Angela Migliasso – permette di raggiungere obiettivi più ampi e fornire risposte più idonee a soddisfare le esigenze delle bambine e dei bambini piemontesi. I servizi per l’infanzia sono indispensabili per le famiglie e in particolare per le donne, se davvero si vuole concretizzare una politica di conciliazione delle responsabilità familiari e della vita lavorativa. In un momento di difficoltà economica come quello che stiamo attraversando, fare ‘squadra’ nella logica della sussidiarietà è una scelta vincente, sapendo che la spesa in servizi alla persona crea nuove opportunità, occupazionali e di servizio, migliorando la qualità della vita di tutti noi”. “Con questa iniziativa la Compagnia di San Paolo – dichiara il segretario generale Piero Gastaldo – prosegue l’impegno nel campo dei servizi per la prima infanzia, nella consapevolezza dell’importanza che essi hanno per le famiglie, tanto più in una situazione difficile come quella che stiamo vivendo”.

I contributi erogati dall’assessorato al Welfare hanno ottenuto in questi mesi diversi risultati: nel 2009 sarà completata l’assegnazione dei fondi per la costruzione, l’ampliamento e la ristrutturazione di nidi e micro-nidi, finanziando tutti i 76 progetti in graduatoria con 21.800.000 euro e creando 1.900 nuovi posti. Inoltre, per abbattere le liste di attesa sono stati ripartiti 3.100.000 euro a 57 Comuni, che hanno creato 421 nuovi posti nei nidi e micro-nidi municipali e 527 posti convenzionati in nidi e micro-nidi non comunali, fornendo una risposta positiva ad oltre il 18% dei bambini in lista d’attesa. Altri 5 milioni saranno ripartiti in primavera. Infine, è stato pubblicato un nuovo bando, in scadenza il 31 marzo, per finanziare nuovi progetti.

Sul fronte del miglioramento di questi servizi, alla Regione si affianca la Compagnia di San Paolo con un bando – rivolto a Comuni, consorzi di Comuni, Comunità montane e collinari – che destina 2,5 milioni per la riqualificazione e l’adeguamento alle norme di sicurezza dei nidi o micronidi comunali. In questo modo l’ente, dopo aver promosso la realizzazione di nuove strutture in Piemonte, intende ora incentivare la riqualificazione dei servizi esistenti.

Elenco Allegati