Taglio delle province, il testo all’esame in Commissione AA.CC della Camera

14 settembre 2011 | Pubblicato in: News

La Commissione Affari Costituzionali della Camera ha deciso di abbinare la pdl a firma Vassallo (PD) a quelle già in esame di modifica all’articolo 133 della Costituzione in materia di istituzione, modificazione e soppressione delle province.

Il Presidente Bruno ha spiegato che la proposta prevede la soppressione del riferimento alle province dal testo costituzionale. Viene così prevista al soppressione delle province quali enti costitutivi dello Stato, dotati di una propria autonomia.

L’articolo 3 introduce nella Costituzione l’articolo 115-bis. Il primo comma di tale articolo prevede che le Città metropolitane siano istituite in territori con una popolazione superiore a cinquecentomila abitanti individuati dalla legge dello Stato coincidenti con uno o più Comuni e attribuisce alle Città metropolitane l’esercizio, nel rispettivo territorio, delle funzioni della Provincia e l’acquisizione in tutto o in parte delle funzioni comunali. Il secondo comma dell’articolo 115-bis prevede che le Province possono essere istituite con legge regionale in territori con una popolazione superiore a cinquecentomila abitanti nei quali non è istituita la Città metropolitana, sulla base di criteri fissati dalla legge dello Stato. Nelle Regioni in cui non sono istituite province, si dispone che le relative funzioni siano esercitate dalla Regione. Il terzo comma stabilisce che le Province esercitano funzioni di programmazione e di pianificazione di area vasta conferite dalle Regioni, oltre che funzioni di coordinamento e di collaborazione tra i Comuni per la gestione dei servizi a rete. Il quarto comma reca disposizioni in merito alla formazione degli organi di governo delle Province che viene disciplinata con legge dello Stato. Tale legge può prevedere che il presidente della Provincia sia eletto direttamente dai cittadini. Il Consiglio provinciale è composto dai sindaci dei Comuni del territorio o da consiglieri comunali da essi delegati, i quali esprimono un voto ponderato in base alla popolazione dei rispettivi Comuni. Nelle Regioni in cui non sono istituite Province, si prevede che le funzioni del Consiglio provinciale siano esercitate dal Consiglio delle autonomie locali di cui all’articolo 123, quarto comma della Costituzione.

L’articolo 8 prevede l’abrogazione del secondo comma dell’articolo 132 della Costituzione in materia di distacco e aggregazione di Province e Comuni da una Regione all’altra.
L’articolo 9 modifica il primo comma dell’articolo 133 della Costituzione, nel senso di prevedere che il mutamento delle circoscrizioni delle Province e delle Città metropolitane sia stabilito con legge regionale, nel rispetto del parametri fissati dalla legge dello Stato.

L’articolo 10 reca infine norme di attuazione.
Iter: C1242 e abb. – Soppressione province – Modifica costituzionale: al 7.9.2011 in esame presso la Commissione affari costituzionali della Camera, sede referente, relatore Bruno (PdL)

Elenco Allegati