Marco Filippeschi,sindaco di Pisa, nuovo presidente di Legautonomie

25 gennaio 2010 | Pubblicato in: News

E’ Marco Flippeschi, sindaco di Pisa, eletto alla scorse amministrative del 2008 per il centrosinistra, il nuovo Presidente nazionale di Legautonomie. Filippeschi succede a Oriano Giovanelli, deputato ed ex sindaco di Pesaro, che ha guidato l’associazione dal 2001 ad oggi.

La nomina del nuovo Presidente è avvenuta a conclusione della prima giornata del XV Congresso nazionale di Legautonomie, in corso a Firenze dal 22 al 23 gennaio 2010. Al centro del confronto congressuale i temi di maggiore interesse per il sistema delle autonomie: le riforme istituzionali, il federalismo, la nuova Carta delle Autonomie.

Nella sua relazione di insediamento indica la via maestra dell’azione politica futura di Legautonomie. “Il potenziale di rinnovamento delle autonomie – denuncia – è sfidato da un centralismo asfissiante promosso da una campagna contro l’autonomia finanziaria statuaria e organizzativa degli enti locali”. Prosegue Filippeschi nella sua relazione: “Minare l’autonomia degli enti locali significa amputare una delle leve più efficaci per contrastare la crisi e il declino del nostro Paese”.

Il neo Presidente nazionale di Legautonomie ricorda inoltre quanto l’intero sistema delle autonomie abbia contribuito alla riduzione del debito, a fronte invece dell’esplosione debitoria dello Stato centrale. E di come, “a fronte di un federalismo dichiarato, la dipendenza centralista, per gli enti locali, sia cresciuta dal 2006 ad oggi dal 40 al 60 per cento”.
Filippeschi ha concluso il suo intervento, salutando la platea di amministratori che sono convenuti al XV Congresso nazionale di Legautonomie in oltre trecentocinquanta da ogni parte d’Italia, ricordando che: “difendere le prerogative del sistema delle autonomie significa difendere in primis i diritti di cittadinanza nel nostro Paese”.