La riforma del Parlamento è una necessità

4 marzo 2010 | Pubblicato in: News

“La riforma del Parlamento è una necessità. Meno parlamentari, unica camera legislativa e camera federalista delle autonomie: è un cambiamento che ha un larghissimo consenso nel Paese. L’invito del presidente Fini a riprendere la strada delle riforme costituzionali è condivisibile. Il sistema delle autonomie locali e le regioni devono sostenere con forza un’iniziativa nuova, dopo le elezioni regionali. Serve però un’inversione di rotta da parte del governo e della maggioranza che lo sostiene”.
Così il sindaco di Pisa On. Marco Filippeschi, presidente nazionale di Legautonomie, interviene a commentare le dichiarazioni del presidente della Camera dei Deputati On. Gianfranco Fini.

 “Fra i conflitti istituzionali infatti se ne è aggiunto uno, pesantissimo – dice Filippeschi – quello promosso ai danni dei comuni, con l’approvazione e la proposta di norme che forzano la Costituzione. Si parte, dunque, da una situazione grave, inaccettabile, che merita una reazione molto più forte di quella che abbiamo visto fino ad oggi”.

“Vanno ascoltati i ripetuti appelli del Presidente della Repubblica. Si riapra una stagione di dialogo, nella chiarezza, senza furbizie, che abbia come protagonista anche il sistema delle autonomie locali, che resta una risorsa essenziale per il riscatto del paese ed è portatore d’esperienze virtuose. C’è chi pensa, invece, di imprigionarci e delegittimarci nella morsa fatta di campagne mirate male e fasulle sui costi della politica, centralismo e tagli di risorse e compressione dell’autonomia statutaria e organizzativa degli enti locali.

Sarà salutare una reazione che promuova le innovazioni serie e che metta al centro i veri costi e i veri sprechi del centralismo ministeriale esasperato e anche l’irrazionalità di un sistema parlamentare, anch’esso oggi compresso dalla