Il senato vota si al maxiemendamento

20 luglio 2010 | Pubblicato in: News

L’aula di Palazzo Madama ha detto sì alla fiducia chiesta dal governo sul maxiemendamento alla manovra correttiva. I sì sono stati 170, i no 136. Il testo, che deve essere convertito in legge entro fine luglio, passa ora all’esame della Camera che avrà due settimane per la definitiva conversione in legge. A Montecitorio il testo arriva ‘blindato’ e dovrebbe essere approvato senza modifiche e con un altro voto di fiducia entro fine mese. Oltre al testo del maxiemendamento pubblichiamo un elenco con le misure principali contenute nella manovra correttiva.

 Nel testo vengono confermati i tagli biennali già previsti dal decreto legge del Governo a carico delle Regioni, 4 miliardi per il 2011 e 4,5 miliardi per il 2012.

Confermati anche i tagli a carico delle Province, pari complessivamente a 800 milioni, di cui 300 milioni nel 2011 e 500 nel 2012, e dei Comuni sopra i 5mila abitanti, che si vedranno ridotte le risorse per complessivi 4 miliardi: 1,5 miliardi per il 2011 e 2,5 miliardi per il 2012. Anche questi tagli saranno ripartiti secondo criteri stabiliti in sede di conferenza Stato-città ed autonomie locali

Elenco Allegati