Nobel per la pace 2011 alle donne africane

19 ottobre 2010 | Pubblicato in: News

La Provincia aderisce alla campagna per l’assegnazione del Premio Nobel per la pace 2011 alle donne africane:
ogni giorno la terra d’Africa è calpestata da migliaia di piedi di donne che vanno a rifornirsi di acqua per le loro famiglie, facendo anche decine di chilometri, o che vanno al mercato per riuscire a riprodurre il miracolo della sopravvivenza quotidiana in situazioni economiche spesso proibitive. Nello stesso tempo in Africa migliaia di comunità di donne si impegnano nel microcredito, nella coltivazione dei campi, nella resistenza all’ingiustizia e alla guerra, nella costruzione di relazioni politiche basate sul servizio e non sul potere; donne che, senza far rumore, hanno realizzato progetti piccoli, ma quasi miracolosi. Donne che hanno sfidato tutto e tutti pur di conquistare la pace nel loro paese: le donne di Bukavu, nella Repubblica Democratica del Congo, durante una guerra che ha fatto oltre cinque milioni di morti, scese più volte in strada a mammelle scoperte, gridando di non voler più allattare figli per la guerra.

Durante la presentazione, l’assessore alle relazioni internazionali della Provincia Marco D’Acri ha spiegato: “abbiamo incontrato le associazioni e le organizzazioni non governative che avanzano questa proposta che da anni sono impegnate a costruire rapporti di solidarietà soprattutto con i popoli dei paesi più poveri, credendo fortemente che la cooperazione possa divenire uno strumento formidabile per realizzare la pace”.

Il portavoce del CISPI dott. Spagnuolo ha sottolineato come in questi anni di lavoro “ciò che ci ha colpito maggiormente nel continente africano è stato ed è il protagonismo delle donne. Esse rappresentano la spina dorsale di questo continente. Nella gestione familiare, nell’economia, nell’agricoltura, nella costruzione di relazioni, nell’impegno politico, nella resistenza quotidiana a tutti gli impedimenti che ostacolano il cammino della costruzione di una società migliore, nella costruzione della pace.

Per questo motivo abbiamo pensato di proporre che alle donne africane nel loro insieme venga assegnato il Premio Nobel per la pace. Sappiamo bene che il Nobel viene assegnato a persone o associazioni ben individuabili che si sono distinte nell’impegno costante per la pace. Ma a noi è sembrato che proprio tutte le donne africane, nel loro insieme meritino questo riconoscimento”.

La Provincia intende sostenere la campagna perché questo loro ruolo sia riconosciuto a livello internazionale.

Aderisci anche tu all’iniziativa NOPPAW – NObel Peace Prize for African Women

http://www.noppaw.org/

articolo scaricato dal sito www.provincia.torino.it