La legge che rafforza le politiche di genere in Piemonte

16 marzo 2009 | Pubblicato in: Territorio

testo-disegno-legge-politiche-di-genereE’ recentissima l’approvazione da parte del Consiglio Regionale della nuova legge “Integrazione delle politiche di pari opportunità di genere nella Regione Piemonte e disposizione per l’istituzione dei bilanci di genere“. La legge che rafforza le politiche di genere in Piemonte prevede la diffusione, tra gli Enti locali, del Bilancio di Genere e la redazione annuale di un Rapporto sulla Condizione Femminile.

La legge precisa gli ambiti di intervento della Regione in materia di pari opportunità: dalla sensibilizzazione e promozione di una cultura di parità, anche in ambito scolastico, alla prospettiva di genere in tutte le politiche, al riequilibrio della rappresentanza in campo politico ed economico, alla condivisione delle responsabilità familiari, oltre all’avviamento al lavoro delle donne migranti, al sostegno dell’imprenditoria femminile e alle azioni di contrasto e prevenzione della violenza sulle donne.

Tra le misure principali: l’istituzione e la diffusione del Bilancio di Genere tra gli Enti Locali, come strumento utile a misurare l’impatto delle politiche pubbliche su uomini e donne: “Questa legge – ha dichiarato Giuliana Manica , assessore alle Pari Opportunità della Regione – rafforza i principi di parità di genere che vedono da tempo la Regione Piemonte in prima linea, riconoscendo, tra l’altro, l’importanza di strumenti quali il Bilancio di Genere e il Rapporto sulla Condizione Femminile di cui, a breve, insieme all’Ires, presenteremo le seconde edizioni.”.

Elenco Allegati