Federalismo, dal CdM sanzioni a sindaci e governatori

21 dicembre 2010 | Pubblicato in: Territorio

Il Consiglio dei Ministri del 30 novembre ha approvato uno schema di decreto legislativo recante meccanismi sanzionatori e premiali relativi a Regioni, Province e Comuni. I punti salienti del testo sono la rimozione per i governatori che mandano “in rosso” i conti della loro regione e l’ineleggibilità per 10 anni dei sindaci e dei presidenti di provincia che mandano in dissesto l’ente da loro amministrato.

La bozza introduce anche un “inventario di fine legislatura” per le Regioni che nella legislatura in corso alla data di entrata in vigore del decreto o in una successiva sono assoggettate a un piano di rientro della spesa sanitaria. Questo rendiconto di fine mandato deve contenere una descrizione dettagliata delle principali attività normative e amministrative svolte durante la legislatura. Tra l’altro, in particolare, le “azioni intraprese per contenere la spesa sanitaria e stato del percorso di convergenza ai costi standard; situazione economica e finanziaria del settore sanitario, quantificazione certificata della misura del relativo indebitamento regionale; stato certificato del bilancio regionale per la parte relativa alla spesa sanitaria”.

 Viene inoltre istituita, “nell’ambito della Conferenza Unificata e senza ulteriori oneri per la finanza statale, la Conferenza permanente per il coordinamento della finanza pubblica, quale organismo stabile di coordinamento della finanza pubblica fra Comuni, Province, città metropolitane, Regioni e Stato” (art. 13).