Convegno sul codice delle autonomie locali 4 dicembre 2009

Riceviamo dalla delegazione Piemontese dei Deputati e Senatori del Partito Democratico, l’invito a un confronto sul ” codice delle autonomie ” che sarà prossimamente discusso in parlamento.

Data l’importanza del tema che tocca da vicino tutto il sistema degli Enti Locali, riteniamo opportuno portarvi a conoscenza dell’iniziativa che si presenta come un’ occasione per entrare approfonditamente nel merito dei contenuti della Proposta di Legge e per rappresentare a un nutrito gruppo di Parlamentari Piemontesi la vostra posizione.

Elenco Allegati

I presidenti delle nuove comunità montane

La maggioranza dei presidenti delle 22 nuove Comunità montane del Piemonte designati nella tornata elettorale di sabato 7 novembre sono figure nuove, in quanto solo nove ricoprivano già la medesima carica nell’ente di provenienza. Il maggiore cambiamento è avvenuto nel Biellese e in Valsesia (tutti nuovi), nel Verbano-Novarese (una conferma, due nuovi), nel Torinese (due conferme, quattro nuovi), nel Cuneese (tre conferme, tre nuovi). Tutti confermati i tre presidenti delle Comunità dell’Alessandrino e dell’Astigiano. Quattro le donne elette, con un aumento assai significativo rispetto alla situazione precedente, dove su 48 Comunità le presidenti erano soltanto due.

Prossimo compito dei nuovi presidenti sarà la formazione delle giunte, che per legge potranno essere composte al massimo da quattro persone. I nuovi organismi inizieranno ad operare a partire dal 2010.

Per la presidente della Regione, Mercedes Bresso, “le elezioni, con la forte affluenza che le ha caratterizzate anche laddove si presentava un’unica lista, hanno rappresentato un importante momento di democrazia e una garanzia di stabilità per i nuovi organismi. Le Comunità montane sono chiamate a svolgere importanti scelte di sviluppo del proprio territorio, è giusto quindi che nascano con un impegno e un voto democratico che coinvolge tutti gli amministratori. Auguro ai nuovi presidenti e ai nuovi consiglieri un buon lavoro”. “La prima fase del lavoro dei nuovi consigli – aggiunge l’assessore Luigi Sergio Ricca – sarà legata alla stesura degli Statuti, che dovranno esaltare le peculiarità dei territori. Sono sicuro che i nuovi organismi sapranno cogliere le opportunità dettate dalla legge di riordino”.

Nell’allegato pubblicato in alto i nomi dei presidenti eletti e dei due consiglieri più votati in ogni Comunità, così come risulta dall’assegnazione ufficiale dei seggi effettuata a partire dal 9 novembre alla presenza dei delegati di lista. La proclamazione degli eletti è prevista con la pubblicazione dei nomi sul Bollettino ufficiale della Regione Piemonte. Su www.regione.piemonte.it/montagna/osservatorio/comunita/riordino.htm i risultati completi con i voti ricevuti da ogni lista e da ogni candidato e la composizione dei nuovi consigli.

Elenco Allegati

53 milioni in più per i servizi sociali

Gli enti gestori dei servizi socio-assistenziali riceveranno dall’assessorato regionale al welfare ulteriori 53 milioni e mezzo di euro a titolo di saldo per l’anno in corso dal fondo per la gestione del sistema integrato degli interventi e servizi sociali.

Le risorse si aggiungono all’acconto di oltre 64 milioni già attribuito nel marzo scorso. Per il 2009 l’importo complessivo, compresi i trasferimenti nazionali, ammonta pertanto a 118 milioni.

Il fondo regionale è ripartito fra gli enti incaricati di gestire le attività socio-assistenziali in base seguenti criteri: dati di popolazione forniti dalla banca dati demografica evolutiva per il 2008 (popolazione residente, dispersione territoriale); dati dichiarati dagli enti gestori per il 2008 (spese socio-assistenziali comunali, utenza in carico); assetto territoriale 2009.

“Nonostante la riduzione del fondo nazionale per le Politiche sociali, che quest’anno ha attribuito al Piemonte un acconto di 18,5 milioni a fronte dei 23,5 del 2008.siamo riusciti – comemnta l’assessore regionale al Welfare, Teresa Angela Migliasso – a garantire agli enti gestori un fondo complessivo incrementato del 10,76% rispetto all’anno scorso. L’impegno finanziario della Regione dimostra l’attenzione e la sensibilità verso il sistema dei servizi territoriali e nei confronti dei cittadini, ed in particolare di coloro che sono maggiormente in difficoltà”.

“Negli ultimi due anni – puntualizza ancora Migliasso – le risorse regionali sono state incrementate di oltre il 18% in ciascun anno; dal 2005 ad oggi abbiamo aumentato il fondo di oltre il 50%, passando da 55 milioni agli attuali 118. Uno sforzo gigantesco della Regione, frutto di scelte prioritarie che fin dall’inizio del mandato della Giunta Bresso si è manifestato nell’aumento delle risorse, mentre quelle nazionali decrescevano, per garantire sempre più serenità e tranquillità alla popolazione piemontese e nuovi servizi e opportunità nei confronti dei più fragili e vulnerabili. Soprattutto in un momento di crisi economica e sociale come questo crediamo di aver compiuto il nostro dovere e di essere stati utili alle persone. Voglio infine ricordare che il fondo per la gestione dei servizi è solo una parte delle risorse regionali impegnate – Infatti. la direzione Politiche sociali e per la famiglia chiude il 2009 con un bilancio complessivo di circa 250 milioni di euro”.

Bed and Brekfast : assegnati i marchi di qualità

In provincia di Torino prosegue l’incremento della diffusione capillare sul territorio dei Bed & Breakfast, ai quali l’Assessorato provinciale al Turismo e Sport ha da alcuni anni dedicato un Marchio di Qualità che certifica il raggiungimento di uno standard elevato, in termini di accoglienza, tutela degli ospiti e qualità dell’ambiente.
Martedi 10 novembre a Palazzo Cisterna il Presidente della Provincia Antonio Saitta e l’Assessore al Turismo Ugo Perone hanno consegnato il Marchio di qualità collettivo dei Bed & Breakfast della Provincia di Torino ai titolari dei 25 esercizi che nell’ultimo anno hanno raggiunto il livello qualitativo e di accoglienza richiesto dagli standard del Marchio stesso.
Gli attestati sono stati consegnati anche a due esercizi che hanno richiesto ed ottenuto nel corso del 2009 il completamento della certificazione. Infine il Marchio è stato nuovamente attribuito a quattro esercizi già certificati e sottoposti a nuove verifiche con esito positivo.

E’ stato inoltre presentato il nuovo opuscolo promozionale dedicato ai Bed & Breakfast che si fregiano del Marchio di Qualità della Provincia.

“Sul versante turistico la Provincia di Torino – ha sottolineato il Presidente Saitta – ha di fronte a sé due anni che offriranno importanti occasioni di crescita: l’Ostensione della Sindone nel 2010, le manifestazioni per il centocinquantenario dell’Unità d’Italia nel 2011. I 7 milioni di visitatori, che Torino e provincia intendono attrarre con l’insieme delle manifestazioni del 2011, non alloggeranno solo in hotel di lusso: l’offerta dovrà essere ampia e per tutte le tasche. Dobbiamo avviare il confronto con tutte le categorie professionali del turismo, per organizzare l’accoglienza durante l’intero anno, ma soprattutto in occasione di eventi che richiameranno centinaia di migliaia di persone, come i raduni degli Alpini, dei Carabinieri, dei Bersaglieri e della Protezione Civile. I Bed & Breakfast costituiscono, sia per la loro flessibilità sia per il carattere familiare dell’accoglienza e l’elevato grado di personalizzazione del servizio offerto, una delle possibili risposte al problema della scarsità di strutture ricettive e alla diminuita capacità di spesa dei consumatori”.

“La particolarità del centocinquantenario dell’Unità d’Italia è dovuta al fatto che gli eventi non saranno concentrati ma distribuiti nell’arco dell’intero anno – ha dichiarato l’Assessore Perone – Oltre a fare in modo che l’offerta turistica migliori, le istituzioni devono lavorare perché passi nell’immaginario collettivo il concetto che Torino è stata la prima capitale d’Italia, che di qui è partito il processo unitario e che, quindi, vale la pena di visitare Torino e la sua provincia almeno una volta nella propria vita, per riandare alle radici della nostra storia unitaria. Dobbiamo fare il modo che Torino si inserisca in un vero e proprio circuito turistico delle tre capitali, insieme a Firenze e a Roma. I Bed & Breakfast sono un bel modo di fare turismo, che instaura un rapporto personale con i clienti. E’ un rapporto che consente anche di superare meglio i momenti economici difficili: quando diminuisce la capacità di spesa si rinuncia magari alle Maldive e si opta per il turismo di prossimità, magari in strutture già conosciute ed apprezzate. In questo senso dovremo lavorare insieme ai gestori perché almeno una parte del sistema del Bed & Breakfast si specializzi nell’accoglienza delle famiglie con bambini piccoli, quelle che presumibilmente sentono di più la crisi e sono più attente al costo delle vacanze”.

COME E QUANTO CRESCE IL SISTEMA DEI BED & BREAKFAST IN PROVINCIA DI TORINO
In provincia di Torino i Bed & Breakfast sono attualmente 333 (erano 260 a fine 2006), di cui 79 muniti del Marchio di Qualità (erano 23 a fine 2006): 18 in Torino città e 17 nel resto dell’area metropolitana (su di un totale di 161), 13 (su 60) nel Canavese e Valli di Lanzo, 31 (su 112) in Valle di Susa e nel Pinerolese.

Il Marchio Qualità Bed & Breakfast è stato registrato presso l’Ufficio Italiano Marchi e Brevetti ed è il risultato di un processo avviato dalla Provincia nel 1999 e proseguito con incontri di informazione e sensibilizzazione sul territorio. E’ stato inoltre pubblicato il vademecum “Apri la tua casa”, che contiene indicazioni pratiche per l’apertura e la gestione dei Bed & Breakfast. Coloro che sono interessati a consultare la pubblicazione possono trovarla sul Web alla pagina
www.provincia.torino.it/turismo/bed_breakfast/vademecum.htm

Lo standard qualitativo che i Bed & Breakfast devono raggiungere per ottenere il Marchio Qualità è definito da una serie di indicatori, relativi alle strutture ed ai servizi, concordati nell’ambito di un Tavolo di lavoro composto da rappresentanti della Provincia, delle Atl provinciali, delle associazioni di B&B, del Touring Club Italiano e della Federconsumatori.

Nel dettaglio, le variabili cui fanno riferimento gli indicatori qualitativi sono:

accoglienza, intesa come insieme di attenzioni e cure rivolte all’ospite
tutela, come insieme degli elementi che garantiscono l’incolumità fisica dell’ospite durante la sua permanenza
ambiente, inteso come insieme delle attenzioni che il gestore del B&B può mettere in campo, al fine di contribuire al miglioramento del territorio (e quindi in modo indiretto al suo grado di attrazione nei confronti dell’ospite).

Elenco Allegati

Stop alla violenza contro le donne

La violenza contro le donne nell’età della globalizzazione è il titolo dell’incontro, promosso dalla Provincia di Torino, che si svolgerà lunedì 16 novembre, a partire dalle ore 9, presso la Sala Marmi di Palazzo Cisterna in via Maria Vittoria 12 a Torino.

Interverranno il presidente Antonio Saitta e l’assessore alle politiche di cittadinanza attiva Mariagiuseppina Puglisi, l’assessore regionale alle pari opportunità Giuliana Manica, l’assessore del comune di Torino Marta Levi e la consigliera di parità della Provincia di Torino Laura Cima

L’incontro è il primo degli appuntamenti previsti sia sul territorio provinciale che in quello regionale per La giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che ricorre il 25 novembre.

Saranno molti gli argomenti che si alterneranno nelle varie iniziative dedicate: poesie, libri, film, esperienze vissute, paure, discriminazioni e strumenti di difesa e prevenzione che si possono adottare, queste in sintesi le iniziate promosse, sul territorio provinciale, dai comuni di Borgone di Susa, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Pianezza, dalla città di Torino e da Vinovo.

Ricorso in giudizio di Legautonomie relativo ai provvedimenti sulla riorganizzazione del sistema scolastico

Legautonomie ha deciso di intervenire in giudizio, a fianco del Centro di iniziativa democratica degli insegnanti, del Coordinamento dei genitori democratici e del 126° Circolo didattico di Roma, nel ricorso presentato davanti al TAR del Lazio, relativo ai provvedimenti sulla riorganizzazione del sistema scolastico, previsti dal Ministero dell’istruzione.

In seguito alla sentenza n. 200/ 2009, di illegittimità costituzionale dell’art. 64, comma 4, lettere f-Bis) e f-ter) del decreto legge 112/ 2008, emessa dalla della Corte Costituzionale, l’intervento in giudizio chiede la sospensiva del Piano programmatico di razionalizzazione dell’utilizzo delle risorse umane e strumentali del sistema scolastico, e del relativo regolamento di attuazione, a tutela delle competenze costituzionali riconosciute a regioni ed enti locali, e della qualità dell’istruzione pubblica.

In allegato la copia dell’atto di ricorso in giudizio di Legautonomie.

Elenco Allegati

Modifiche all’articolo 23 bis legge 133 riforma dei servizi pubblici locali

Il testo dell’art. 15 del DL 135/2009 come modificato dal Senato in prima lettura.
Scheda a cura di Legautonomie

Elenco Allegati

Concessioni per distribuzioni gas

Le prossime scadenze delle concessioni relative alla gestione delle reti di erogazione del gas, previste per la fine dell’anno, e le successive procedure per la rassegnazione del servizio, hanno spinto Legautonomie a ricercare soggetti professionali in grado di accompagnare gli enti in questo complesso procedimento amministrativo.

Legautonomie ha recentemente firmato una convenzione con Italian Utilities per offrire un servizio di consulenze professionale agevolato agli enti che ne intendono fare richiesta.
In allegato la lettera inviata a tutti comuni con tutte le informazioni necessarie

Elenco Allegati

Carta per un mondo senza violenza

Tra le iniziative per la pace promosse dal 10° Summit dei Premi Nobel per la Pace, riuniti a Berlino in occasione dei festeggiamenti per i 20 anni della caduta del muro, vi invitiamo ad aderire alla Carta per un mondo senza guerre.
Le adesioni verranno inserite nella lista della Marcia Mondiale e inviate al sito dei Nobel per esservi inserite.

Per aderire:
charter@theworldmarch.org

Per maggiori informazioni:
www.nobelforpeace-summits.org
www.theworldmarch.org

Elenco Allegati

Slides seminario finanziaria

Pubblichiamo le slides presentate da Pierluigi Ropolo nel seminario” la finanziaria 2010 e il patto di stabilità”  organizzato da Legautonomie Piemonte e Anci Piemonte, a Rivalta , il 5-11-09.

Elenco Allegati