Internet for peace:il nobel per la pace a internet

Wired Italia ha promosso, a partire dallo scorso anno, una campagna per sostenere la candidatura dell’internet al Premio Nobel per la Pace 2010, e il 1° febbraio la candidatura è stata accettata dall’Istituto Nobel di Oslo.

Si tratta di un’iniziativa importante per la Rete, una novità assoluta, perchè sposta il ragionamento sul valore di Internet, ad un livello superiore: Internet è un diritto fondamentale dell’uomo e non va ormai più visto solo come un semplice strumento. Leggi il resto »

Filippeschi” Manovra economica ingiusta che impoverisce il paese”,il mondo delle autonomie deve chiedere radicale cambiamento.

“Non è in discussione il contributo degli enti locali ad un percorso di riequilibrio dei conti pubblici ma i suoi contenuti e le modalità. Viene chiesto uno sforzo aggiuntivo di oltre 5 miliardi nel triennio che si innestano sugli effetti di disposizioni già fortemente penalizzanti avviate con la finanziaria del 2008.

Questa manovra si propone una riduzione della spesa che è fatta prevalentemente di rinvii, congelamento dei contratti pubblici e finestre sulle pensioni; si tratta di misure demagogiche e non ci sono interventi strutturali che aggrediscono i costi del  centralismo. Una crescita del pil attestata sullo 0,5 % dubito possa fornire i presupposti per una riduzione del debito sul lungo periodo. In particolare non viene in alcun modo ridefinito il Patto di stabilità interno per gli enti locali, che nella sua attuale formulazione produce effetti quasi esclusivamente sulle spese in conto capitale e quindi sugli investimenti o sui pagamenti alle imprese, con effetti ulteriormente recessivi sull’economia reale.

Nonostante le intenzioni di non provocare macelleria sociale in realtà questa manovra, parziale e miope, provocherà un impoverimento della qualità della vita delle nostre collettività. E’ una manovra ingiusta che impoverisce il Paese, il mondo delle autonomie deve chiederne un radicale cambiamento”. Lo dichiara Marco Filippeschi, Presidente di Legautonomie e sindaco di Pisa.

Federalismo,Filippeschi:”Trasferimento beni sia volano per sviluppo locale e crescita dei territori”

“Il primo decreto legislativo di attuazione della legge sul federalismo fiscale, relativo al federalismo demaniale, è un fatto sicuramente importante per il sistema delle autonomie locali, che tuttavia contiene luci ed ombre ed un impianto federalista in parte ridimensionato rispetto alle prime aspettative”.

Lo dichiara Marco Filippeschi, presidente di Legautonomie e sindaco di Pisa, che spiega: “Sembrerebbero esclusi dal trasferimento, infatti, gran parte dei beni della difesa, come le caserme, e dei beni culturali; mentre andrebbe chiarito che i costi di gestione e manutenzione dei beni che sopporteranno gli enti territoriali dovrebbero essere riconosciuti e quantificati. Se inoltre è un fatto sicuramente positivo dover destinare i proventi delle eventuali alienazioni all’abbattimento del debito pubblico nell’attuale quadro di finanza pubblica, dall’altra parte si porrà un problema di concreta valutazione dei beni che potranno essere trasferiti e di una loro valorizzazione che sia anche capace di fare da volano per lo sviluppo locale e la crescita  dei territori”.

“Questo – prosegue Filippeschi – è comunque il primo passo nell’attuazione della legge sul federalismo fiscale che apre la strada ad altri e più importanti decreti come quello sulle basi fiscali del federalismo e quello sulla definizione dei costi standard”.

“Ciò che preoccupa, in realtà – conclude il Presidente di Legautonomie – è l’entità di una manovra già preannunciata dal Governo che inasprirà i vincoli di finanza pubblica sugli enti locali e non toccherà l’attuale formulazione del patto di stabilità, con il persistere del blocco degli investimenti, come denunciato nelle numerose manifestazioni dei sindaci anche oggi”.

Presentazione del manuale “idee per il Buon Governo locale”

Venerdì 21 maggio alle ore 15,30 presso il circolo dei lettori , sala rossa , in via Bogino 9 a Torino ci sarà la presentazione del manuale a cura di Marita Peroglio ed Ezio Guerci , ” idee per il Buon Governo Locale” , realizzato da Legautonomie Piemonte con il contributo della Regione Piemonte.

Il manuale è rivolto alle elette, alle donne e ai giovani che vogliono impegnarsi nella vita amministrativa. Saranno presenti all’incontro,tra gli altri, l’assessore Regionale Giovanna Quaglia e l’assessore Provinciale Mariagiuseppina Puglisi.