Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell’ordinamento locale

Roma, 14 ottobre 2013 – dalle 9,30 alle 14 presso Il tempio di Adriano, Sala Convegni, Piazza di Pietra – Roma

Quello delle riforme istituzionali è un nodo ormai ineludibile dell’agenda politica parlamentare e rappresenta uno dei punti programmatici più rilevanti dell’attuale governo. Si tratta infatti di valutare in che misura intervenire sulla seconda parte della Costituzione e nei tre capitoli fondamentali della forma di governo, della forma di Stato e del sistema parlamentare, per imprimere una maggiore adeguatezza alle istituzioni repubblicane nell’affrontare le sfide della complessità sociale e i nodi della crisi economica.

Leggi il resto »

Elenco Allegati

Conseguenze dei tagli al Trasporto pubblico locale effettuato dalla Regione Piemonte a partire dal 2012

A più di un anno dall’entrata in vigore dei pesanti tagli al trasporto pubblico locale su tutto il territorio regionale, la Regione Piemonte non ha ancora reso noti i dati relativi al monitoraggio che si era impegnata a fare, sulla situazione, i disagi, i disservizi derivanti dall’eliminazione di tratte ferroviarie e rimodulazione (= tagli) di corse e di servizi sia su ferro che su gomma.

Dal territorio ci giungono notizie preoccupanti di calo di numero di passeggeri, di insufficiente risposta al bisogno di trasporto pubblico per le scuole, con conseguente crescita dell’abbandono scolastico specie per i giovani che abitano nelle aree più disagiate e peggio servite.

Vorremmo avere notizie ufficiali, quelle che ci erano state promesse!

Se c’è stato un calo di passeggeri, su quali tratte, su quali fasce orarie, che interessano quali fasce di popolazione, quanto sono aumentate (o diminuite ???) la durata del percorso e la percorrenza in termini km verso il o i centri zona.

A fronte dei risultati, la Regione è disponibile a rivedere il suo piano?

 

Restiamo in attesa

 

Scuola, la bozza del dl approvato dal CdM

Via libera del Consiglio dei ministri al decreto legge dal titolo ”L’Istruzione riparte” presentato dal ministro dell’Istruzione, Maria Chiara Carrozza.
In allegato la bozza del d.l. istruzione entrata in Consiglio dei Ministri lunedì 9 settembre.

Elenco Allegati

Sviluppo economico, il testo del decreto “fare-bis”

Pubblichiamo in allegato il testo della bozza del decreto “Fare-bis” con le norme elaborate dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Elenco Allegati

Enti locali, monitoraggio semestrale del patto di stabilità 2013

E’ in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il decreto concernente il monitoraggio semestrale del patto di stabilità interno per l’anno 2013 per le province e i comuni con popolazione superiore a 1 cialis without a prescription.000 abitanti.

Elenco Allegati

Scuola, la bozza del dl approvato dal CdM

Via libera del Consiglio dei ministri al decreto legge dal titolo ”L’Istruzione riparte” presentato dal ministro dell’Istruzione, Maria Chiara Carrozza.
In allegato la bozza del d.l. istruzione entrata in Consiglio dei Ministri lunedì 9 settembre.

Elenco Allegati

Razionalizzazione PA: in vigore il dl n. 101/2013. Alla Camera il ddl di conversione il legge del decreto

È in vigore dal 1° settembre 2013 il decreto-legge sulla razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni. Nel dettaglio sono previste misure per: il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione della spesa nelle pubbliche amministrazioni e nelle società partecipate; il potenziamento delle politiche di coesione; in materia ambientale.
Le disposizioni in materia di pubblico impiego sono intese a razionalizzare e ottimizzare i meccanismi assunzionali e di favorire la mobilità, nonché di garantire gli standard operativi e i livelli di efficienza ed efficacia dell’attività svolta dal Corpo nazionale dei vigili del fuoco e in altri settori della pubblica amministrazione.
In allegato pubblichiamo il testo del ddl di conversione in legge del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101, recante disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni (AS1015).

Per ottimizzare le attività volte ad assicurare la trasparenza dell’azione amministrativa e la prevenzione della corruzione nelle pubbliche amministrazioni è prevista anche una razionalizzazione delle attività di misurazione e valutazione della performance del personale attraverso una diversa attribuzione delle funzioni svolte dalla Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle amministrazioni pubbliche e dall’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni ;

Per rendere infine più efficace l’utilizzo, quantitativo e qualitativo, dei fondi europei, viene potenziato il coordinamento e il controllo sull’uso degli stessi e rafforzando l’azione di programmazione, coordinamento, sorveglianza e sostegno della politica di coesione, già spettante al Presidente del Consiglio dei Ministri;

Da ultimo inserite norme sul sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti e interventi finalizzati ad accelerare l’attuazione del Piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria di cui all’autorizzazione integrata ambientale rilasciata allo stabilimento ILVA di Taranto.

Elenco Allegati

Gioco d’azzardo: approvata mozione minoranza e odg

Governo battuto, sì alla moratoria di un anno di nuovi videopoker
L’Assemblea del Senato ha concluso la discussione di mozioni contro la diffusione del gioco d’azzardo con l’approvazione di un ordine del giorno, sottoscritto da Pd, Pdl, Sc, Misto-Sel e Gal, e della mozione della Lega Nord.
Con il parere contrario del Governo, infatti, è passata la mozione della Lega che impegna il Governo a varare in tempi rapidi una moratoria di dodici mesi sul gioco d’azzardo on line e sui giochi elettronici.
Respinta invece la mozione del Movimento 5 Stelle che prevedeva il divieto totale di pubblicità dei giochi d’azzardo, l’innalzamento della tassazione sui proventi da gioco d’azzardo, la tracciabilità dei flussi finanziari e la modifica della disciplina delle concessioni nel senso indicato dalla relazione presentata nel 2010 dalla Commissione antimafia.

L’ordine del giorno, votato anche dal M5S, impegna il Governo a:

– dare attuazione ai principi del decreto Balduzzi al fine di rendere più incisiva l’azione di contrasto al gioco d’azzardo patologico e al fine di aggiornare i livelli essenziali di assistenza con riferimento alle prestazioni di prevenzione, cura e riabilitazione delle persone affette da questa patologia;

– assumere iniziative per garantire una maggiore tutela ai minori e alle persone vulnerabili;

– proseguire nella promozione d’iniziative di sensibilizzazione circa i rischi collegati al gioco;

– vietare la pubblicità dei giochi d’azzardo e di fortuna sui mezzi di comunicazione e informazione;

– elevare, in coerenza con la normativa europea, gli standard di accreditamento dei concessionari e i controlli sulla loro identità societaria;

– rafforzare, con riferimento alla tracciabilità del denaro, il sistema del conto dedicato e del registro scommesse;

– introdurre il divieto di partecipare a gare per il rilascio di concessioni in materia di giochi da parte di persone fisiche e giuridiche condannate per reati gravi;

– equiparare agli operatori legali le compagnie estere che esercitano in Italia senza licenza;

– prevedere maggiori poteri d’intervento dei sindaci;

– istituire meccanismi per verificare la maggiore età del giocatore;

– promuovere l’introduzione di una normativa europea omogenea;

– a valutare la possibilità nell’ambito della legge di stabilità di allineare l’aliquota IVA sui giochi.

 

Decreto-legge IMU, testo alla Camera

In allegato il testo del decreto-legge recante disposizioni urgenti in materia di IMU, abitazioni e cassa integrazione guadagni depositato alla Camera dei deputati (A.C. 1544). Il testo era stato approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 28 agosto.

 Il decreto interviene su quattro capitoli:

1. Cassa integrazione guadagni. Il provvedimento prevede un

rifinanziamento di questo strumento per 500 milioni di euro. Si tratta di un intervento che fa seguito al precedente stabilito nel mese di maggio che destinava un ulteriore miliardo di euro alla CIG.

2 buy cialis without a prescription. Esodati. Il decreto interviene a sostegno dei lavoratori

cosiddetti “licenziati individuali”m che hanno interrotto il proprio rapporto prima dell’applicazione della riforma sulle pensioni e che per effetto di essa si sono trovati al contempo privi di stipendio e di pensione. Si tratta di 6.500 persone.

3. Piano casa a favore delle categorie disagiate. Il

provvedimento interviene a sostegno delle famiglie su mutui, prima casa e affitti. (approfondimento nei paragrafi successivi);

4. IMU. Il decreto stabilisce che la tassa municipale sugli

immobili – relativamente alla prima casa, ai terreni agricoli e ai fabbricati rurali – non verrà pagata nel 2013. A copertura dell’abolizione il decreto prevede un intervento immediato per la prima rata 2013. Con un decreto legge contestuale alla legge di Stabilità dell’ottobre prossimo verrà abolita la seconda rata. A partire dal 2014, in luogo dell’IMU, entrerà in vigore la cosiddetta “Service Tax” (approfondimento nel paragrafo successivo).

Elenco Allegati

Razionalizzazione PA: in vigore il dl n. 101/2013. Alla Camera il ddl di conversione il legge del decreto

È in vigore dal 1° settembre 2013 il decreto-legge sulla razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni. Nel dettaglio sono previste misure per: il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione della spesa nelle pubbliche amministrazioni e nelle società partecipate; il potenziamento delle politiche di coesione; in materia ambientale.
Le disposizioni in materia di pubblico impiego sono intese a razionalizzare e ottimizzare i meccanismi assunzionali e di favorire la mobilità, nonché di garantire gli standard operativi e i livelli di efficienza ed efficacia dell’attività svolta dal Corpo nazionale dei vigili del fuoco e in altri settori della pubblica amministrazione.
In allegato pubblichiamo il testo del ddl di conversione in legge del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101, recante disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni (AS1015).

Per ottimizzare le attività volte ad assicurare la trasparenza dell’azione amministrativa e la prevenzione della corruzione nelle pubbliche amministrazioni è prevista anche una razionalizzazione delle attività di misurazione e valutazione della performance del personale attraverso una diversa attribuzione delle funzioni svolte dalla Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle amministrazioni pubbliche e dall’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni ;

Per rendere infine più efficace l’utilizzo, quantitativo e qualitativo, dei fondi europei, viene potenziato il coordinamento e il controllo sull’uso degli stessi e rafforzando l’azione di programmazione, coordinamento, sorveglianza e sostegno della politica di coesione, già spettante al Presidente del Consiglio dei Ministri;

Da ultimo inserite norme sul sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti e interventi finalizzati ad accelerare l’attuazione del Piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria di cui all’autorizzazione integrata ambientale rilasciata allo stabilimento ILVA di Taranto.