Primo incontro tematico del progetto europeo per il Patto dei Sindaci promosso da Legautonomie

Filippeschi: “Pisa è a disposizione per coordinare tutte le città che aderiscono in EU al Patto dei Sindaci”
“Affinare il coordinamento tra il Governo centrale e gli enti locali per essere più incisivi sul territorio in materia di sostenibilità ambientale e risparmio energetico”. Così Marco Filippeschi, sindaco di Pisa e presidente nazionale di Legautonomie, ha aperto i lavori questa mattina alla prima iniziativa del progetto ENPCOM – European network for the promotion of the Covenant of Mayors – sulla rete europea per la promozione del Patto dei sindaci.
Il progetto è finanziato dall’Unione Europea e sostenuto da Legautonomie ed è diretto a promuovere e condividere le esperienze e le buone pratiche concernenti il percorso previsto dal Patto dei Sindaci, che ad oggi coinvolge 179 mln di abitanti e 5460 comuni in tutta Europa.

Questa mattina nella sala regia del Comune di Pisa 29 delegazioni provenienti da sette Paesi comunitari – Italia, Spagna, Svezia, Danimarca, Albania, Bulgaria e Croazia – hanno illustrato le politiche internazionali ed europee in materia di clima ed energia, analizzato e confrontato gli stili di vita energetici dei cittadini europei, e le politiche territoriali in materia di energia e di contrasto al cambiamento climatico, ossia le misure intraprese a livello locale per il raggiungimento della riduzione di almeno il 20% delle emissioni di CO2 entro il 2020, tramite l’approvazione dei cosiddetti SEAP o PAES (Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile).

Partendo dall’esempio di Pisa, uno dei comuni più attivi a livello europeo da anni, il presidente di Legautonomie ha avanzato una serie di proposte per “rendere possibile il cambiamento delle nostre città, necessario per avere opportunità di crescita. Le potenzialità positive saranno colte solo se sapremo rilanciare le nostre migliori vocazioni e caratterizzazioni”.

“Per raggiungere l’obiettivo – ha proseguito Filippeschi – occorre innanzitutto eliminare la burocrazia che opprime gli enti locali, in modo da non essere penalizzati. A questo va poi aggiunto un necessario allentamento dei vincoli del Patto di stabilità come riconoscimento dell’azione virtuosa delle amministrazioni. Sarebbe inoltre interessante avere appositi investimenti finanziari in settori ambientali, per esempio stringendo convenzioni speciali con le banche e la Cassa depositi e prestiti, in modo da essere agevolati. In un momento di crisi economica come quello che stiamo vivendo in Italia il governo può da questo punto di vista essere accanto agli enti locali con politiche di defiscalizzazione ad esempio, per supportare il lavoro dei sindaci e migliorare la qualità della vita dei cittadini”.

Filippeschi ha concluso il suo intervento lanciando una proposta agli altri Comuni che aderiscono in tutta Europa al Patto dei Sindaci “La città di Pisa vuole mettersi a disposizione per coordinare tutte le città che hanno approvato il PAES. Siamo piuttosto attivi e possiamo essere una realtà di riferimento anche a livello europeo, per avere una strategia legata a obiettivi”.

D.l. 102/2013 IMU: Camera vota sì alla fiducia

Sì della Camera dei deputati alla fiducia sul decreto Imu-Bankitalia, dopo una dura protesta da parte dei deputati del Movimento 5 Stelle che, per la prima volta nella storia della Repubblica, hanno provocato l’interruzione di un voto di fiducia a Montecitorio. Approvato dunque l’articolo unico del disegno di legge di conversione, nel testo della Commissione, identico a quello approvato dal Senato, del decreto-legge 30 novembre 2013, n. 133, sulle disposizioni urgenti concernenti l’IMU, l’alienazione di immobili pubblici e la Banca d’Italia (C. 1941). Sono stati 335 i voti a favore, contro i 144 contrari e un solo astenuto.

Le audizioni su : http://www.legautonomie.it/Documenti/Finanza-territoriale/D.l.-102-2013-IMU-Camera-vota-si-alla-fiducia

27 gennaio Giorno della memoria, le iniziative torinesi per non dimenticare

Alleghiamo il link delle iniziative che hanno animato e animeranno torino in occasione delle celebrazioni del giorno della memoria il 27 gennaio.

Per non dimenticare e attualizzarne il ricordo

http://www.museodiffusotorino.it/Files/Eventi/0000-il-programma-completo-del-giorno-della-memoria-2014.pdf

Riforme istituzionali, Filippeschi: “L’87,8% cittadini vuole superamento bicameralismo paritario. Avanti con riforma, grande consenso”

“Già nel 2011 in sondaggio GM&P 84% sindaci favorevole a riforma”
“Per il superamento del bicameralismo paritario è il momento di una scelta chiara. Dalla recentissima consultazione pubblica sulle riforme costituzionali promossa dal ministero competente, che ha raccolto 203.061 questionari validati dall’Istat, risulta che l’87,8 per cento dei cittadini vuole il superamento del bicameralismo paritario. Dunque si deve tenere di conto di un’opinione larghissima e si deve voltare pagina, superando un sistema antiquato e dispendioso, che complica e rende poco trasparente il processo legislativo. Sistema che non trova più giustificazione né ragione nella comparazione con i sistemi parlamentari di altri paesi che hanno una democrazia più efficiente”. Così il presidente nazionale di Legautonomie Marco Filippeschi, sindaco di Pisa, che interviene riguardo alla riforma costituzionale del bicameralismo.

“Questa riforma è essenziale, irrinunciabile – aggiunge Filippeschi – fatta insieme ad una buona legge elettorale, può garantire stabilità dei governi, autorevolezza ed efficienza della camera legislativa. Con il Senato che diventi la seconda camera federale, ad elezione indiretta, si darà un miglior equilibrio fra centro e autonomie, regioni e comuni”.

 

“Anche in questo caso – precisa Filippeschi – c’è un larghissimo e trasversale consenso dei sindaci. Almeno l’84 per cento dei primi cittadini chiede il cambiamento, secondo un sondaggio realizzato da GM&P per Legautonomie già nel 2011. Risultato che rispecchia l’orientamento dell’Anci ribadito nel recente congresso di Firenze. Come si vede, le esortazioni del presidente Napolitano e le prese di posizione di autorevoli rappresentanti politici e di governo, di forze diverse, da Matteo Renzi a Gaetano Quagliariello, hanno una forte rispondenza nella società e nelle istituzioni”.

D.l. 102/2013 IMU: governo pone la fiducia

Il Ministro per i rapporti con il Parlamento, Dario Franceschini ha posto, a nome del Governo, la questione di fiducia sull’approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del disegno di legge di conversione, nel testo della Commissione, identico a quello approvato dal Senato, del decreto-legge 30 novembre 2013, n. 133, sulle disposizioni urgenti concernenti l’IMU, l’alienazione di immobili pubblici e la Banca d’Italia (C. 1941).

Le audizioni su : http://www.legautonomie.it/Documenti/Finanza-territoriale/D.l.-102-2013-IMU-governo-pone-la-fiducia

Misure finanziarie enti locali, infrastrutture, trasporti e calamità, dl. n.151/2013: audizione

In Commissione bilancio del Senato si è svolta l’audizione informale del Commissario straordinario per il piano di rientro dal debito pregresso di Roma Capitale, Massimo Varazzani, nell’ambito dell’esame del decreto-legge recante disposizioni di carattere finanziario indifferibili finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti ed opere pubbliche nonché a consentire interventi in favore di popolazioni colpite da calamità naturali.
In allegato gli emendamenti presentati in Commissione Bilancio del Senato al decreto-legge n. 151 del 30 dicembre 2013 (milleproroghe bis).

Elenco Allegati

Convegno Legautonomie Piemonte “Città metropolitana.Chi la fa?” 7 febbraio

Legautonomie Piemonte organizza per il 7 febbraio un incontro di discussione e approfondimento sulle città metropolitane, dopo l’approvazione alla Camera dei Deputati del disegno di legge Delrio ora la discussione sul tema è al Senato.  Cosa saranno, chi se ne occuperà, come saranno gestite? Leggi il resto »

La fiscalità comunale e provinciale

Pubblichiamo in allegato un utile appunto di Antonio Misiani, V Commissione Bilancio della Camera dei Deputati, su fiscalità comunale e provinciale: il sistema delineato dal decreto legislativo n. 23 del 2011 per il fisco municipale, il nuovo assetto della fiscalità municipale risultante al 1°gennaio 2014, la fiscalità provinciale. Un approfondimento sull’IMU, dal D.Lgs. n. 23/2011 alla legge di stabilità 2014.

Elenco Allegati

Legge di stabilità 2014. I commi di interesse degli enti locali

La legge di stabilità contiene norme per il bilancio dello stato, è costituita da un unico articolo e 749 commi, alleghiamo quelli di interesse per gli enti locali.

Elenco Allegati

ANAC, Rapporto sul primo anno di attuazione della legge n. 190/2012

L’Autorità Nazionale AntiCorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle pubbliche amministrazioni ha pubblicato il “Rapporto sul primo anno di attuazione della legge n. 190/2012”. Il dossier offre un primo bilancio dello stato di attuazione della normativa anticorruzione, riportandone le prime concrete evidenze attraverso l’analisi dell’attività dei soggetti coinvolti, evidenziandone luci e ombre e offrendo possibili proposte di miglioramento.
In allegato il rapporto dell’ANAC.

Elenco Allegati