La strage di Parigi

Legautonomie si stringe sgomenta e commossa  alla Città di Parigi, simbolo universale di civiltà e libertà, capitale dell’Europa, colpita dall’atto di guerra dei terroristi.

Abbassiamo le nostre bandiere solidali con tutti i francesi, con le famiglie dei cittadini inermi, delle tante giovani vittime dell’odio, del fanatismo e della barbarie degli adepti dello stato del terrore.

Da tutte le città deve venire una risposta fermissima, irrevocabile, che faccia vincere i diritti dell’umanità e mobiliti con le ragioni della democrazia, della cultura e della tolleranza la forza necessaria per vincere con tutte le armi necessarie la sfida portata al cuore del mondo libero. Per estirpare senza indugi la minaccia contro il nostro futuro.

XVI congresso Nazionale di Legautonomie

Filippeschi: “Legge di Stabilità positiva, ma c’è da recuperare autonomia impositiva e organizzativa”
“La Legge di stabilità sblocca gli investimenti e apre una fase nuova. E’ un segnale espansivo, anticrisi, che ci mette in condizione di dare un contributo alla ripresa. Per la prima volta s’inverte la tendenza penalizzante. Ma c’è da recuperare autonomia impositiva e organizzativa, contraddette con la manovra su Tasi e Imu. Mentre per le nuove Province è indispensabile colmare la voragine di almeno 500 milioni, che porterebbe tutti gli enti di area vasta al default nel 2016. I comuni chiedono che strade e scuole siano sicure e hanno bisogno di un’istituzione di area vasta alla quale assegnare servizi importanti da gestire in forma associata, con notevoli risparmi di spesa e migliore dinamismo”.
Così Marco Filippeschi, sindaco di Pisa, presidente nazionale di Legautonomie al termine del XVI Congresso dell’associazione tenutosi il 13 novembre a Roma.

In allegato il documento programmatico votato dall’Assemblea.

Elenco Allegati